Torna indietro |
  • Home
  • Il Fondatore: Don Pierino Ferrari

Il Fondatore: Don Pierino Ferrari

Don Pierino Ferrari nasce il 13 ottobre 1929 a Clusane d’Iseo, in provincia di Brescia.

Ordinato sacerdote nel 1955, Don Pierino aspira alla promozione di una presenza semplice, ma significativa, nella Chiesa: dei testimoni di Gesù che, imitando il suo esempio, vivessero in piccole comunità, dove condividere la vita con i poveri, considerate persone degne di rispetto.
 

  • 1955 ordinato sacerdote
  • 1955-1960 vice rettore nel Seminario diocesano di Brescia;
  • 1960-1975 vicario cooperatore nella parrocchia di Calcinato;
  • 1976-1982 parroco nella parrocchia di Berlingo;
  • 1982-2004 parroco a Clusane.


1969 prende vita la Comunità del Cenacolo, costituita da soli maschi (laici e sacerdoti), che ad oggi gestisce una casa di riposo a Berlingo.

1971 sorge la comunità femminile laicale Mamrè, a Clusane di Iseo, che amministra numerose comunità d’accoglienza per minori, anziani, disabili.

1984 viene fondata Raphaël.

Altre istituzioni costituite nel tempo da Don Pierino Ferrari e dalla comunità per la cura della malattia oncologica:  

  • la Fondazione Maria Rosa Cremonesi, per l’approfondimento scientifico;
  • l’Associazione di Volontariato “Amici di Raphaël”, per il sostegno delle attività della Cooperativa;
  • la Fondazione Laudato Sì’, per la gestione di un ospedale oncologico.


Don Pierino Ferrari muore il 31 luglio 2011 a Clusane.

In Don Pierino dominava un invito a seguire una strada: “Imitazione di Cristo, povero, umile, obbediente, orante, misericordioso, penitente, zelante, forte, leale. Sull’abisso esistente tra ‘l’uomo che vuole amare’ e ‘Dio-Amore’ si deve gettare un ponte, che, pur essendo concreto e tangibile, ha la possibilità di appoggiarsi sulla ‘testa’ nell’infinito”.

“fonte della vita è l’amore trinitario, l’amore genera l’amicizia, l’amicizia è comunione, la comunione genera la comunità, la comunità che ha le sue radici nell’amore, pratica l’accoglienza e l’accoglienza privilegia l’attenzione ai più deboli”.

Dona online

Il tuo contributo è fondamentale per sostenere gli obbiettivi di sviluppo e gli impegni umanitari e sociali della Cooperativa.